teatro arte intercultura

Spettacoli per ragazzi

Io? Pollicino!

novità 2011

Evelina Pershorova

in

Io? Pollicino!

testo e regia: Evelina Pershorova

scenografie. Svila Velichkova

esecuzione pupazzi e figure: Laboratorio di Sofia Puppet Theatre (Bulgaria)

audio/luci: Nicola Pazzocco

organizzazione e promozione: Teatro Oplà

Lo spettacolo Io? Pollicino! segue il viaggio iniziatico di un bambino grande come un pollice, ma furbo e astuto e dei suoi sei fratelli.

Parlando di Pollicino di Charles Perrault si usa spesso l’espressione “abbandonati nel bosco”, ma noi sosteniamo l’ipotesi che di abbandono non si tratta, bensì di una richiesta d’aiuto alla divina provvidenza, a qualche buon anima o ancor meglio ad una famiglia benestante e misericordiosa in grado di prendersi cura di quei figlioli così sfortunati da nascere poveri.

Ma quei ragazzini avranno anche una fortuna: la fortuna di rimanere da soli nel bosco giorni e notti, in compagnia dei loro pensieri, dei loro giochi semplici, della fame e della paura, le loro prime maestre di vita. Attraversato il bosco e superate le prime difficoltà, i ragazzi si sentiranno incoraggiati dalla propria forza e inventiva e proseguiranno avanti cercando la strada per tornare a casa condotti, come solo nelle fiabe accade, dal più piccolo, ma il più sveglio di tutti: Pollicino.

Pollicino, quel “fagiolino nato ieri”, in quest’avventura si scoprirà grande stratega e capo carismatico in grado di condurre i fratelli maggiori e insegnare loro l’arte della sopravvivenza: nel bosco impareranno a raccogliere bacche, frutti, foglie, cortecce, fare il fuoco, mangiare le formiche, fare buche e tapparle.

Arrivati al fiume invece, Pollicino escogiterà modi buffi e curiosi per pescare qualche rana o pesce. E questa volta non per gioco, ma per necessità imparerà anche a nuotare!

Proprio su questo aspetto della faccenda vogliamo focalizzare l’attenzione: l’abbandono nel bosco diventerà stimolo per crescere, maturare, imparare e intraprendere il viaggio verso l’età adulta.

Ecco perché nel nostro spettacolo “l’essere soli” non sarà equivalente a “essere abbandonati”, il bosco svelerà segreti e misteri senza creare angoscia o paura.

L’incontro con la Mamma Orca sarà un simpatico gioco a nascondino, mentre l’Orco nella sua mostruosità e crudeltà sarà sconfitto e deriso.

Nulla mancherà della fiaba famosa: Pollicino ritroverà la strada per tornare a casa, ma lì non si fermerà, perché cresciuto dall’esperienza vissuta vorrà continuare il suo viaggio.

In Io? Pollicino! vogliamo che il piccolo spettatore si senta il protagonista felice di una storia in cui bosco, orchi e solitudine non incutano paura, vogliamo che i nostri bambini si sentano grandi e capaci ad affrontare gli ostacoli, che si divertano, che ridano!

La scenografia occupa un ruolo molto importante nello spettacolo. Ideata dalla scenografa bulgara Svila Velichkova, già autrice dello spettacolo Il Brutto anatroccolo, porta freschezza, novità ed originalità.

Gli elementi che creano il bosco diventeranno prima alberi per poi trasformarsi in animali fantastici e in fine comporranno i corpi degli Orchi in un continuo gioco di trasformazioni e passaggi da una situazione in un’altra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.